Il fiume Arno

La sorgente dell’Arno, detta Capo d’Arno, si trova nel comune di Pratovecchio Stia in provincia di Arezzo. Ha una lunghezza totale di 241 km, un bacino di 8.228 km² e una portata media stimata annua presso la foce di circa 110 m³/s. Nasce sul versante meridionale del Monte Falterona, e precisamente dalla sorgente di Capo d’Arno, nell’Appennino tosco-romagnolo, a quota 1,358 m sul livello del mare, e sfocia nel mar Ligure dopo aver attraversato Pisa. Dopo 12 km scorre con acque copiose già attorno i 600 metri sul livello del mare grazie agli apporti dei numerosi affluenti che scendono dal Casentino e dal Pratomagno.

La prima conca formata dall’Arno è costituita dalla valle del Casentino, che ha un asse da NO a SE. La valle si chiude a Sud con lo stretto di S. Mama e la gola seguente, che prosegue fino a Subbiano e separa l’Alpe di Catenaia dalle ultime propaggini del Pratomagno. In questo primo bacino l’Arno, intendendolo dalla sua sorgente e dai numerosi torrenti che vi affluiscono dalle montagne del Pratomagno e del Casentino, scende di oltre 1.000 metri, ed ha quindi un carattere torrentizio, con un letto irto di scogli e un corso impetuoso.

 

[et_pb_section][et_pb_row][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo” background_layout=”light” text_orientation=”left”]

[/et_pb_text][et_pb_blog admin_label=”Blog” fullwidth=”off” posts_number=”10″ include_categories=”405″ meta_date=”M j, Y” show_thumbnail=”on” show_content=”off” show_more=”on” show_author=”off” show_date=”off” show_categories=”off” show_pagination=”on” offset_number=”0″ background_layout=”light” /][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]